Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti contenuti in linea con le tue preferenze.

Clicca su APPROVO per continuare la navigazione Per saperne di piu'

Approvo

Pubblicati i nuovi Regolamenti Europei

Lo scorso 18 novembre 2015 sono stati pubblicati sulla G.U.C.E. tre nuovi Regolamenti Europei in materia di FGAS che fanno seguito al regolamento 517/2014, due dei quali significativi in relazione al Registro FGAS.

I regolamenti emanati sono tre:

Regolamento di esecuzione (UE) 2015/2066

Il provvedimento stabilisce i requisiti minimi e le condizioni per il riconoscimento reciproco della certificazione delle persone fisiche addette all'installazione, assistenza, manutenzione, riparazione o disattivazione di commutatori elettrici contenenti gas fluorurati ad effetto serra o al recupero di gas fluorurati ad effetto serra da commutatori elettrici fissi.

Tale Regolamento estende l'ambito di applicazione del precedente regolamento 305/2008, che viene abrogato ed il cui contenuto è integramente ripreso nel nuovo regolamento.

In particolare il nuovo regolamento introduce l'obbligo di certificazione per le persone addette all'installazione, all'assistenza, alla manutenzione, alla riparazione, alla disattivazione di commutatori elettrici (dispositivi utilizzati per la generazione, trasmissione, distribuzione e conversione di energia elettrica ) contenenti Fgas o al recupero di questi stessi gas dai commutatori elettrici fissi. In precedenza tale obbligo era applicabile unicamente al personale addetto all'attività di solo recupero degli Fgas dai commutatori ad alta tensione.

Il regolamento 2066 non coinvolge le imprese.

Regolamento di esecuzione (UE) 2015/2067

Vengono stabiliti con questo Regolamento i requisiti minimi e le condizioni per il riconoscimento reciproco della certificazione delle persone fisiche per quanto concerne le apparecchiature fisse di refrigerazione e condizionamento d'aria, le pompe di calore fisse e le celle frigorifere di autocarri e rimorchi contenenti Fgas, e della certificazione delle imprese per quanto concerne le apparecchiature fisse di refrigerazione e condizionamento d'aria e le pompe di calore fisse contenenti gas fluorurati ad effetto serra.

Tale Regolamento estende l'ambito di applicazione del precedente regolamento 303/2008 (che viene abrogato ed il cui contenuto viene integramente ripreso nel nuovo regolamento).

In particolare:

  • Devono ottenere la certificazione le persone che svolgono attività di controllo delle perdite, recupero, installazione, riparazione, manutenzione o assistenza e smantellamento (ovvero chiusura finale e l’interruzione dell’uso o del funzionamento di un prodotto o di una parte di apparecchiatura contenente gas fluorurati a effetto serra) in relazione a celle frigorifere di autocarri e rimorchi, apparecchiature fisse di refrigerazione e condizionamento d'aria e pompe di calore fisse contenenti Fgas.

Oltre all'attività di smantellamento, precedentemente non prevista in maniera esplicita, le persone dovranno ottenere il certificato per svolgere le attività anche su celle frigorifere di autorcarri e rimorchi(mentre l'ambito di applicazione del Regolamento 303 riguardava unicamente le apparecchiature fisse).

  • Devono ottenere la certificazione le imprese che svolgono, per terzi, attività di installazione, riparazione, manutenzione o assistenza e smantellamento in relazione a apparecchiature fisse di refrigerazione e condizionamento d'aria e pompe di calore fisse contenenti gas fluorurati ad effetto serra.

L'obbligo di certificazione non è esteso alle imprese che operano su celle frigorifere e i rimorchi.

Regolamento di esecuzione (UE) 2015/2068

Questo Regolamento stabilisce il formato delle etichette per i prodotti e le apparecchiature che contengono gas fluorurati a effetto serra.

Resta inteso che, ai sensi del Regolamento 517/2014, i certificati e attestati di formazione emessi a norma del regolamento (CE) n. 842/2006 restano validi, conformemente alle condizioni alle quali sono stati originariamente rilasciati e che ciascuno Stato membro dovrà adeguare i programmi di certificazione e formazione in relazione alle novità introdotte così da consentire alle persone di ottenere i relativi certificati.

Si ringrazia Assistal per il materiale fornito

Adwin Srl
Via Giovacchino Belli, 14
20127 Milano
Chi siamo  Contatti