Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti contenuti in linea con le tue preferenze.

Clicca su APPROVO per continuare la navigazione Per saperne di piu'

Approvo

Salgono le prestazioni, scendono i consumi

La ristrutturazione di un'abitazione in centro a Milano punta alla qualità dell'aria e al miglioramento del comfort interno con un impianto di ventilazione termodinamico

La crescente sensibilità ai temi dell’inquinamento atmosferico e del risparmio energetico ha reso i cittadini attenti e più informati sulle soluzioni abitative capaci di rispettare l’ambiente e di migliorare la qualità della vita. COV (composti organici volatili), sostanze inquinanti, muffe, batteri causa di malattie respiratorie rendono molto attuale il tema dell’inquinamento dell’aria interna agli ambienti privati o professionali. L’inquinamento indoor è un aspetto da non sottovalutare, soprattutto quando si vive contesti urbani estesi e industrializzati, con presenza di polveri sottili e altri agenti inquinanti che, senza un adeguato impianto di ventilazione meccanica controllata, penetrano tramite l'apertura di finestre e balconi. Queste le motivazioni che hanno spinto un ingegnere residente in centro a Milano a valutare l’implementazione di una soluzione per la ventilazione meccanica controllata (VMC) per il proprio comfort abitativo. La macchina a doppio flusso termodinamico MyDatec, con un unico sistema consente di ventilare, riscaldare, raffrescare, filtrare e deumidificare gli ambienti.

Gli step del progetto

Lo stabile in questione, immobile storico del 1865, di circa 140mq2, al secondo piano, in una zona a elevato traffico veicolare e cittadino, necessitava in primis di serramenti al top di gamma in termini di isolamento acustico e termico. Appariva tuttavia chiara l’esigenza di una ristrutturazione radicale, che consentisse di risolvere anche il problema del ricambio d’aria all’interno dell’appartamento, dal momento che la continua apertura di finestre e portefinestre avrebbe inutile l’installazione di nuovi serramenti. La scelta di MyDatec è nata proprio dalla necessità di combinare queste esigenze, ma a questo punto si presentavano al progettista due opzioni: un recuperatore passivo o uno termodinamico. Nel nostro caso, la scelta è ricaduta su una soluzione termodinamica, che in estate, pur non fornendo un vero e proprio condizionamento, garantisce raffrescamento e deumidificazione degli ambienti. Considerando i costi di installazione e i consumi energetici dei tradizionali impianti di condizionamento, si è preferito optare per un sistema VMC termodinamico, in grado di assicurare massimo comfort in termini di rinnovamento dell’aria e di isolamento acustico, in sinergia con i serramenti di ultima generazione.

Installazione in tempi rapidi

Contrariamente a quanto si potrebbe pensare, il processo di ristrutturazione dell’immobile è stato piuttosto rapido. Una volta contattato il servizio clienti e inoltrato via mail la piantina dell'appartamento, l'azienda piacentina ha elaborato un progetto di massima, basato sulla metratura e sulle specifiche esigenze della committenza. Una volta concluso l’acquisto, è sorta la necessità di abbassare il soffitto del corridoio centrale su cui affacciano tutte le stanze, per consentire l’installazione delle bocchette di aerazione del sistema di ventilazione interno. In ogni caso, un impatto sulla ristrutturazione limitato: il progetto utilizza la canna di esalazione posta sul tetto per lo scarico dell’aria viziata, mentre per l’aspirazione dall’esterno è stato creato uno spazio nel telaio della finestra, ricavandone nella parte superiore un cassonetto di aspirazione. Per quanto riguarda la macchina, l'installazione è avvenuta all’interno di un locale tecnico adibito a mini lavanderia; le dimensioni la rendono adatta anche a locali di scarsa metratura, come nel caso milanese, dove la stanza misura all’incirca 1x2m. Una volta installata, la soluzione MyDatec è gestibile grazie al termostato che consente di selezionare la temperatura desiderata e scegliere tra modalità estate o inverno. Unico aspetto da non trascurare, da parte dell'utente finale, la regolare pulizia dei filtri, lavabili semplicemente con acqua. Un'operazione che mostra in concreto le performance della macchina installata: durante la pulizia, appare evidente la quantità di sostanze inquinanti presenti nell’aria esterna intrappolate nei filtri della macchina.

La parola all'utente finale

“Da quando ho deciso di installare la macchina MyDatec, in casa non esistono più problemi legati a umidità o condensa, al rumore proveniente dall’esterno, all'aria viziata o ai cattivi odori” commenta con soddisfazione Lodovico Mascardi, che si è occupato in prima persona della ristrutturazione del proprio appartamento. Anche in termini di risparmio energetico la differenza è notevole: il calore prodotto per esempio in cucina non viene disperso all’esterno, come quando vengono spalancate le finestre, bensì viene recuperato dall’impianto, per un maggiore risparmio in bolletta. “Ho potuto constatare una differenza sostanziale tra i primi anni di esercizio della macchina, quando avevamo un contratto di gestione del calore condominiale, e gli anni seguenti, quando, passando a una contabilizzazione autonoma, abbiamo regolato le valvole dei termosifoni al minimo. Per buona parte del periodo invernale i caloriferi restano freddi, registrando a conti fatti un risparmio energetico notevole rispetto agli altri condomini con metrature e condizioni ambientali simili”. Per quanto riguarda la stagione estiva, nel caso in cui si voglia una temperatura particolarmente fresca, l'ing. Mascardi consiglia comunque di valutare l’integrazione di un impianto di condizionamento tradizionale, soprattutto se si vive in uno stabile antico sprovvisto di dispositivi di ombreggiamento o di riduzione degli apporti solari. Restano comunque i benefici della riduzione dell’umidità degli ambienti interni rispetto a quella percepibile all’esterno durante i giorni afosi e di gran caldo. Tra gli ulteriori aspetti positivi segnalati, la silenziosità della macchina e la possibilità di installarla senza condizionare gli aspetti estetici dell’appartamento, dato che le bocchette di ventilazione sono di dimensioni ridotte e uniformabili ai colori delle pareti.

Adwin Srl
Via Giovacchino Belli, 14
20127 Milano
Chi siamo  Contatti